Sensori di controllo della luminosità per gli schermi LED

Gli schermi led pubblicitari presenti nella grande maggioranza delle nostre città possiedono una particolarità che li distingue dai classici monitor convenzionali: l’elevata luminosità. Grazie alla quantità di luce che possono emanare, essi rappresentano l’elemento ideale per promuovere in strada qualsiasi servizio o prodotto, senza che la luce del sole influisca sulla loro capacità comunicativa. Il segreto? Sensori e controllo della luminosità nei display LED.
Pertanto, sempre più utenti scelgono di sostituire i loro televisori all’interno delle vetrine, diventati oramai troppo piccoli e poco illuminati, con maxischermi LED, oppure cambiare i tabelloni pubblicitari statici con quelli ad illuminazione LED.
L’incredibile luminosità degli schermi LED rappresenta uno dei loro aspetti più vantaggiosi. Tuttavia, questa caratteristica può essere anche oggetto di controversie, poiché un’incorretta regolazione dell’illuminazione può causare diversi problemi, come quelli descritti di seguito.

L’impatto ambientale dell’illuminazione

Le normative europee hanno introdotto nuove leggi che hanno l’obiettivo di contribuire alla conservazione ambientale. Per quanto riguarda gli schermi LED, in condizioni ambientali di poca luce (come al tramonto o di notte), la loro elevata luminosità può pregiudicare il comportamento della fauna selvatica, poiché interferisce con la loro vista e, quindi, con le loro abitudini naturali.
Inoltre, una luce eccessiva nelle ore notturne contribuisce ad un inquinamento luminoso ambientale totalmente inutile. Per verificarlo, basta vedere le fotografie via satellite dei centri urbani, i quali emanano una forte luminosità.

Gli effetti di una luminosità eccessiva sui conducenti

Tutti sappiamo bene che lo scopo di un display LED è quello di attirare l’attenzione su ciò che viene riprodotto su di esso, senza causare disturbi visivi ai passanti o ai conducenti dei veicoli che circolano nelle vicinanze. Negli ultimi anni, ci sono stati molti casi in cui i cittadini stessi hanno denunciato l’installazione di schermi o pannelli LED, a causa dei vari disturbi e delle problematiche che essi creavano.
In questo contesto, e dato l’utilizzo sempre più elevato dei maxischermi LED, gli organi ufficiali di competenza hanno cercato di stabilirne la regolamentazione. Sebbene all’inizio la loro installazione fosse vietata, a causa del loro grande potenziale comunicativo è stato deciso di non porre il veto, ma di stabilire delle regole sui valori della luminosità in base alle diverse fasce orarie.
Per adeguarsi a queste normative, è necessario rispettare i valori di luce stabiliti dall’autorità competente. Dato che si tratta di normative locali, è possibile che in alcuni luoghi non vi siano ancora delle norme al riguardo. In questo caso si applicherà la logica e si regolerà la luminosità affinché non disturbi l’ambiente circostante.

Come è possibile regolare la luminosità di uno schermo LED?

Esistono diversi modi per regolare la luminosità dei nostri schermi LED, ognuno di essi con caratteristiche e prestazioni specifiche.
Regolazione programmata degli schermi e pannelli LED
Tramite l’utilizzo di un software avanzato è possibile creare una tabella di pianificazione, assegnando un certo valore di luminosità in base alle differenti fasce orarie. Questo metodo è molto efficace, poiché ci consente di personalizzare il livello di luminosità più adatto alle nostre esigenze. Tuttavia, questa modalità di programmazione della luminosità non tiene conto delle condizioni di luce ambientale esterna. Quindi, il sistema non può prevedere se la giornata sia nuvolosa o soleggiata e utilizzerà sempre i valori di luminosità predefiniti. Anche se questo può sembrare un problema (così come la pensano molti inserzionisti), la verità è che non rappresenta un inconveniente, poiché, durante le ore diurne, gli schermi LED non causano disturbi visivi, indipendentemente dal loro valore di luminosità.
Ad esempio, possiamo confrontarlo con le luci di un veicolo e verificare se esse possono recare disturbo se usate in pieno giorno (soleggiato o nuvoloso). Si può affermare che le luci corte, come quelle lunghe, se utilizzate durante il giorno, non causano alcun disagio ai passanti.
Ovviamente, quando si cambia l’ora per adattarla all’ora legale o a quella invernale, si dovrà modificare anche la tabella dei valori di luminosità, poiché inizierà a far notte più presto (verso la fine di ottobre) o più tardi (verso la fine di marzo).
Questo sistema è un’ottima opzione se si desidera fare a meno di elementi esterni come i sensori di luce, che sono costosi e difficili da usare.
Regolazione degli schermi LED tramite i sensori di luminosità.
I sensori di luminosità per display LED sono elementi esterni che vengono aggiunti allo schermo affinché esso possa regolare il suo livello di luminosità automaticamente, in base alle differenti condizioni di illuminazione ambientale. Questi sensori sono composti da un fotorecettore e una scheda di controllo. Di seguito, vedremo in cosa consiste ciascuno di questi elementi.
Cos’è un fotorecettore o un sensore di luminosità?
Un fotorecettore è un LED polarizzato inverso che rileva i fotoni, ovvero le particelle che formano la luce e, in generale, le radiazioni elettromagnetiche che vengono emanate. Per proteggere questo diodo fotosensibile e il resto degli elementi elettronici che lo compongono, il fotorecettore viene di solito consegnato avvolto da una struttura completamente impermeabile, affinché possa essere installato sia sui ledwall indoor che sui ledwall outdoor. Questo sensore di luminosità deve essere installato sulla parte frontale dello schermo LED, nella direzione in cui esso è orientato.

Che cos’è una scheda di controllo della luminosità?
La scheda di controllo della luminosità svolge la funzione di ricevere i valori dal sensore di luminosità, interpretarli e inviarli al display LED. Questa scheda elettronica è quella dove vengono memorizzati i valori che sono stati programmati in precedenza e che assegna una certa luminosità allo schermo, in base alla luce che colpisce il sensore.
Essa deve essere collegata direttamente al sensore di luminosità tramite un cavo e, nel caso si tratti di un ledwall outdoor, deve essere protetta dal contatto con l’acqua. Quindi, va posizionata all’interno di una custodia impermeabile o all’interno del display stesso.
I vantaggi che offre un sensore di luminosità automatico sono evidenti. Tuttavia, questo sistema può causare anche alcune problematiche che di solito vengono nascosti dalle varie aziende del settore. Di seguito ne vengono dettagliati due dei più frequenti.

  • La difficoltà di posizionare il sensore sulla parte frontale dello schermo, dato che, a causa delle sue dimensioni, la sua installazione diventa un processo non semplice. Quindi è necessario affidarsi all’inventiva per trovare una soluzione che consenta di posizionarlo correttamente.
  • Un altro svantaggio deriva dalla sua vicinanza con alberi, lampioni, teloni o qualsiasi altro elemento che può compromettere la captazione della luce reale. Ad esempio, in alcuni casi si è avuta una regolazione luminosa incorretta del display LED, poiché la luce di un lampione influiva negativamente la captazione di luce del sensore. Di conseguenza, i valori di luminosità dello schermo erano più elevati, provocando un fastidio ai passanti.

Conclusioni sui sensori di luminosità per schermi LED

In sintesi, si può affermare che un sistema di regolazione della luce nei nostri schermi LED è un aspetto obbligatorio affinché i valori di luminosità rispettino le normative vigenti in materia.
Per quanto riguarda la scelta tra un sistema programmato o un sensore di luminosità, entrambe le opzioni sono valide, quindi essa deriva più da un aspetto personale che tecnico, poiché tutte e due risultano abbastanza efficaci. Da parte nostra, raccomandiamo di optare per l’opzione programmabile, dato che si tratta della scelta più economica, semplice e affidabile. In ogni caso, si può sempre scegliere di aggiungere l’opzione con il sensore di luminosità automatico in un secondo momento.
Il nostro articolo sui sensori e il controllo della luminosità o della luminosità su schermi a LED termina qui. Hai ancora qualche dubbio? In tal caso, mettiti in contatto con Visual Led tramite telefono, e-mail o compilando il nostro modulo. Saremo lieti di assisterti e consigliarti.

Related Posts