I segreti per risparmiare sul consumo di energia

Di norma, in un attività commerciale, oltre la metà della bolletta della luce corrisponde all’illuminazione. Sebbene esso rappresenti un voce essenziale per qualsiasi azienda, oltre alla sua rilevanza per quanto riguarda l’outdoor advertising, esistono sempre delle opportunità per ridurne i costi. Per aiutarti a raggiungere questo obiettivo, ti proponiamo alcuni trucchi per risparmiare sul consumo di elettricità. Anche se alcuni di essi ti sembreranno già familiari, ti assicuriamo che molti altri saranno delle piacevoli e utili sorprese.

Controlla se utilizzi solo la luce di cui hai (davvero) bisogno

Nessuno può mettere in dubbio il ruolo chiave che svolge l’illuminazione in qualsiasi attività commerciale. Oltre a condizionare il modo in cui gli acquirenti percepiscono lo spazio, essa influenza anche il modo in cui gli stessi consumatori visualizzano i prodotti. In alcuni casi, come quello dei ristoranti, questo fattore diventa ancora più determinante. Per coloro che desiderano offrire un’atmosfera rilassata, una luce soffusa sarà la scelta migliore. Invece, se si tratta di un fast food, prevarrà l’illuminazione intensa, la quale invoglia il cliente a mangiare più velocemente e lasciare prima i locali. Tutto ciò spiega l’importanza dell’illuminotecnica… e permette di verificare se si sta utilizzando luce in eccesso. Nessuno meglio di te conosce le esigenze del tuo stabilimento.
Un altro trucco per risparmiare sulla luce nella propria attività consiste nel dipingere i soffitti e le pareti con colori vivaci, le quali contribuiranno ad aumentare la sensazione di luminosità. Inoltre, è auspicabile sfruttare appieno la luce naturale per ridurre il costo della bolletta.

Come funziona un led

Come funziona il LED? Esso si basa sull’attivazione di una giunzione p-n, costituita da una struttura di base formata da componenti elettronici chiamati semiconduttori (fondamentalmente, diodi inorganici e transistor). Ogni diodo è composto da due pin di collegamento, uno lungo e uno corto. Mentre quello lungo è collegato al polo positivo, quello corto è collegato al polo negativo. Questo sistema consente il passaggio della corrente.

Inoltre, i componenti che fanno parte dei semiconduttori determineranno anche il colore che quest’ultimi emetteranno. Ad esempio: l’arancione si produce con gallio e fosfuro di arsenico, fosfuro di alluminio-gallio-indio e fosfato di gallio; il verde si ottiene dal fosfato di gallio e fosfuro di alluminio-gallio-indio, mentre il blu si crea con il selenuro di zinco, nitruro di gallio-indio e carburo di silicio come substrato.

Controlla l’aria condizionata

Non è raro vedere, all’interno dei negozi, delle persone che cercano nella borsa una giacca o uno scialle con cui coprirsi le spalle, anche durante i mesi estivi. Nonostante la potenza dell’aria condizionata o del riscaldamento dipenda da molti fattori (ad esempio: il numero di apparecchi elettrici in funzione all’interno dell’azienda, il numero di persone presenti, le dimensioni dello stabilimento, la disponibilità di un meccanismo di isolamento a freddo ecc.), utilizza questi valori come punto di riferimento per la temperatura in ambienti chiusi: 19 ℃ in inverno e 24 ℃ in estate.

Per quanto riguarda il sistema di riscaldamento o le fonti di calore, assicurati che i serbatoi, i tubi e le caldaie siano perfettamente isolate. Per ciò che riguarda il condizionatore d’aria assicurati che il condensatore si trovi nel posto più freddo possibile e che non riceva la luce solare in maniera diretta. Si consiglia inoltre di controllarlo e pulirlo ogni tre mesi.

All’esterno, l’installazione di tende da sole che attenuino l’impatto del sole è quasi importante quanto gli stessi cartelli luminosi a LED.

Installare i regolatori di flusso luminoso

Nonostante sia probabile che non ne abbia mai sentito parlare, ti assicuriamo che possono rivelarsi molto utili. Si tratta di apparecchiature centralizzate che vengono installate nelle centrali per la fornitura dell’illuminazione stradale e pubblica, accanto ai quadri elettrici, le quali svolgono due funzioni principali: da un lato, stabilizzano la tensione luminosa dei lampioni e, dall’altro, regolano la luce che essi emettono, a seconda del traffico o della presenza di persone. Se vengono installate sulla facciata dell’edificio, i risparmi possono essere sostanziali.

Scommetti sulla tecnologia M2M

Nonostante sia possibile che tu non conosca le tecnologie M2M (machine-to-machine), dovresti iniziare a farlo, poiché consentono di ridurre i costi energetici fino al 20%, in quanto sono capaci di rilevare le risorse sprecate. Grazie all’utilizzo della domotica, puoi regolare automaticamente l’illuminazione, accendere o spegnere i dispositivi che non stai utilizzando, oltre ad installare timer e rilevatori di presenza. Il risultato? Un importante risparmio di energia elettrica.

Scollega gli apparecchi elettrici che non utilizzi

Sebbene il dispendio energetico che essi procurano è abbastanza ridotto, ricorda che tutto influisce. Per questo è importante scollegare gli apparecchi quando non si utilizzano. Ad esempio, un televisore in stadby consuma il 5% in più rispetto ad uno spento. Questo riguarda anche i caricabatterie del computer o del telefono, che vanno scollegati una volta completata la ricarica. Ti invitiamo a fare la stessa prova con stampanti, fax e fotocopiatrici. La nostra raccomandazione è di lasciarli spenti durante la notte e nei fine settimana, in questo modo otterrai un risparmio di un 10% sul consumo di energia.

Inoltre, poiché abbiamo parlato anche di televisori, ricorda che i ledwall indoor possono aiutarti a risparmiare soldi rispetto ai monitor convenzionali, oltre a fornire una qualità dell’immagine e una luminosità chiaramente superiore. In questo modo potrai risparmiare elettricità e ridurre i costi.

Configura i computer in modalità “risparmio energetico”

Nonostante i dati possano variare in modo significativo a seconda del settore dell’azienda, si stima che l’uso di computer può rappresentare oltre il 60% dell’energia elettrica consumata all’interno di un’impresa. Pertanto, uno dei trucchi per risparmiare sull’elettricità consiste nel configurare tutti i terminali in modalità “risparmio energetico”. Inoltre, consigliamo di spegnere il computer se non viene utilizzato per più di un’ora. Per le pause più brevi, è possibile fare lo stesso con lo schermo.

Prestare attenzione alla manutenzione

Bisogna garantire che le installazioni elettriche siano sempre in perfette condizioni, altrimenti il consumo di energia aumenterà. Per far sì che ciò non accada, bisogna elaborare un programma di manutenzione che stabilisca quando sia necessario sostituire le luci, sceglierne il modello e quale sia la maniera migliore per farlo. Inoltre, è importante impostare anche la frequenza di pulizia, almeno due volte all’anno. Quando si sceglie una lampada, considerare le sue prestazioni, l’efficienza energetica, il consumo e la durata.

Scegli luci a basso consumo e LED

Al giorno d’oggi, le lampadine più efficienti ed economiche (ovvero quelle a basso consumo energetico) sono quelle a LED (light-emitting diode o diodi emettitori di luce), che offrono prestazioni maggiori rispetto alle lampadine a incandescenza convenzionali o a qulle alogene. Pertanto, i display LED rappresentano anche un’opportunità per risparmiare energia.

Involucra a toda la empresa en las prácticas de ahorro

Queste buone pratiche di risparmio non dovrebbero essere assunte solo dalla direzione dell’azienda, ma anche dal resto del personale da cui è formata o che lavora in ufficio. Pertanto, è importante sensibilizzare tutti i professionisti, affinché spengano le luci quando non ne hanno bisogno.

Conosci altri suggerimenti o trucchi per risparmiare sull’elettricità nella tua azienda? In tal caso, non esitare a inviarci queste informazioni nei tuoi commenti.

Related Posts