Cosa sono i nit e la loro importanza nei display LED

Le nuove tecnologie ci portano ad avere familiarità con numerosi concetti tecnici. Questo discorso vale anche quando si sceglie di acquistare un display LED. Un tipo di prodotto attorno al quale ruotano termini che non sono sempre di facile comprensione: 4K, 8K, HD, Dolby Vision, pitch dei pixel… Sappiamo quanto possa essere complesso. Ecco perché, dopo aver visto in che maniera scegliere i pixel di uno schermo LED, oggi vogliamo concentrarci su un altro aspetto fondamentale: cosa sono i nit e perché sono così importanti?
Sebbene la qualità dell’immagine nella pubblicità sia un aspetto essenziale, sia per i gli inserzionisti che per i destinatari degli annunci stessi, non tutti conoscono quali siano i requisiti necessari per realizzarla. Ad essi non esiste un’unica risposta, ma di certo i nit svolgono un ruolo fondamentale. Vuoi conoscere di cosa si tratta? Ti consigliamo di leggere di seguito.

Cosa sono i nit e a cosa servono?

Il termine nit deriva dal verbo latino nitere, che significa “brillare”. Nel settore dell’immagine un nit, conosciuto anche come candela per metro quadrato (cd/m²),  è l’unità di luminanza adottata dal Sistema Internazionale di Unità di misura. Come abbiamo visto, questa unità è calcolata a partire da due variabili, la candela e il metro quadrato o, per meglio dire, l’intensità della luce e l’area dello schermo. Essendo il valore che misura la luce emessa su una particolare superficie, questa unità di misura viene spesso utilizzata per specificare la luminosità di uno schermo o di un monitor.
Ma perché si chiama candela? Perché viene presa come riferimento la luce che, di norma, viene emessa da una candela. Tale quantità di luce, distribuita su un metro quadrato, compone un nit. Quindi, maggiore è il numero di nit, più luminosa è la superficie dello schermo.
Alcuni produttori di display LED utilizzano i nit per mostrare la massima luminosità che può offrire ciascuno dei loro monitor. Pertanto, questo valore riflette la capacità di un display di rendere percepibili alcuni dettagli dell’immagine, soprattutto in ambienti ad elevata luce ambientale.
In genere, uno schermo cinematografico raggiunge circa 50 nit, mentre una vecchia televisione domestica può avere tra i 100 e i 400 nit. I televisori moderni possono offrire una maggiore luminosità, come i televisori HDR (acronimo di high dynamic range, o alta gamma dinamica, come vedremo più avanti), i quali possono avere circa 1.500 nit. Nei prossimi anni, probabilmente, vedremo un’emissione luminosa ancora più elevata. Infatti, due anni fa una nota multinazionale giapponese ha presentato un prototipo di schermo che ha raggiunto una luminosità massima di 10.000 nit, una cifra ben lontana dai valori attuali. Oggi, 10.000 nit sono il limite per le tecnologie HDR. Nel caso di cartelli e insegne luminose, è possibile raggiungere fino a 40.000 nit.
A sua volta, il video HDR è masterizzato fino a un massimo di 4.000 nit, che è il top del monitor di produzione Dolby Pulsar, un prodotto utilizzato solo in ambito professionale. Se vogliamo confrontarlo con un monitor per PC, il Display HDR standard ha un limite di 1000 nit. Infine, gli schermi dei computer sono di solito intorno ai 300 nit; uno smartphone di fascia bassa 600, e uno di fascia alta, tra 700 e 900 nit.

Qual è la differenza tra nit e lumen?

Dopo aver mostrato cosa sono i nit, per chi possiede una certa familiarità con i display LED sorgerà la seguente domanda: qual è la loro differenza con i lumen? Questi due concetti sono legati alla luce emessa da un monitor, quindi possono essere oggetto di confusione. Vediamo di seguito le loro differenze.
Il lumen, espressione latina che significa “luce”, è l’unità di misura del flusso luminoso stabilito nel Sistema Internazionale dell’Unità di Misura. Essa equivale al flusso luminoso emesso da una precisa sorgente uniforme, situata in un determinato luogo e la cui intensità è equivalente alla luce di una candela. Pertanto, essa rappresenta la quantità di luce che un apparecchio emette per illuminare un altro oggetto (come una lampadina o una lampada fluorescente), mentre i nits si riferiscono alla luminosità di un oggetto che viene visualizzato di forma diretta dall’utente, come un televisore o un telefono cellulare. Quindi, se desideriamo sapere come si comporterà un dispositivo tecnologico luminoso quando viene colpito dalla luce del sole, dovremo considerare quanti nit esso possiede.

Cosa sono le tecnologie HDR e Dolby Vision?

Dopo aver chiarito la differenza rispetto ai lumen, torniamo ai nit per ampliare due concetti già menzionati in precedenza: HDR e Dolby Vision. In breve, si tratta di due tecnologie che permettono di mostrare un’immagine con una differenza di luminosità più accentuata tra la parte più scura e quella più luminosa. Poiché l’occhio umano è molto sensibile alle variazioni dell’intensità della luce, percepiamo immediatamente questi cambiamenti.
Il formato è suddiviso in diverse categorie, che sono specificate di seguito.

  • HDR 10. Si tratta di un formato HDR statico (ovvero, ad alta gamma dinamica) in cui le impostazioni dell’immagine sono le stesse per tutto il contenuto video.
  • HDR 10+. Questo è il formato dinamico. Permette la calibrazione frame-by-frame per una maggiore qualità del contenuto visivo.
  • Dolby Vision o HDR Dolby Vision. Questo è il formato che offre la massima qualità, grazie all’aiuto dell’uomo. Per questo motivo è considerata una versione migliorata di HDR 10+. Con la codifica a 12 bit, la tecnologia Dolby Vision HDR offre 4096 toni per colore e fornisce metadati associati a ciascuna immagine, garantendo una riproduzione dell’immagine quanto più accurata possibile. Il sistema è progettato per riprodurre una gamma di luce da 0 a 10.000 nit.

A questo punto, l’unica domanda che rimane è: quanti nit deve avere un display LED per disporre di una qualità d’immagine ottimale? In tal caso, bisogna specificare se si tratta di un ledwall outdoor o di un ledwall indoor, oltre alla distanza e al luogo dal quale saranno trasmessi i contenuti.
Desideri maggiori informazioni su i display LED? In tal caso, contatta il numero (+39) 0811 928 65 25; invia una email a comercial@visualled.com, o compila il nostro modulo. Saremo lieti di assisterti in maniera onesta e professionale.
 

Related Posts