Tutto quello che c’è da sapere sul funzionamento del LED

Conosci la storia del LED? Sai perché è così efficace? Può darsi che tu conosca i suoi vantaggi e suoi usi nel mondo della pubblicità, però che tu non sappia nulla su come esso funzioni. Se desideri conoscere in profondità il loro funzionamento, affidati a Visual Led, un’azienda di esperti nella produzione di display LED. Tieniti pronto e vieni a scoprire tutto ciò che è nascosto all’interno di questa piccola e semplice fonte di luce. Iniziamo!

Cos’è la luce LED?

Il LED (o diodo LED) è un componente elettronico che emette luce, permettendo il passaggio della corrente elettrica in una sola direzione, ovvero quando il LED è polarizzato. In altre parole, quando la corrente a tensione continua attraversa il semiconduttore inorganico che si trova al suo interno, si produce l’elettroluminescenza, cioè emette luce.

La tensione elettrica di qualsiasi LED è di 2 Volt e, nel caso in cui si vogliano connettere altri dispositivi con una tensione diversa, è necessario creare una connessione di resistenza in serie che ne consenta il corretto funzionamento.

L’acronimo di LED sta a significare Light Emitting Diode (sigla inglese), o diodo a emissione di luce, in italiano.

Il funzionamento di un LED

Come funziona il LED? Si basa sull’attivazione di una giunzione p-n, costituita da una struttura di base formata da componente elettronici chiamati semiconduttori (fondamentalmente, diodi inorganici e transistor). Ogni diodo è composto da due pin di connessione, uno lungo e uno corto. Mentre quello lungo è collegato al polo positivo, quello corto è collegato al polo negativo, consentendo il passaggio della corrente.

D’altronde, i componenti che fanno parte dei semiconduttori determineranno i colori che emetteranno. Per fare solo alcuni esempi, l’arancione viene prodotto combinando gallio e fosfuro di arsenico, fosfuro di alluminio-gallio-indio e fosfato di gallio; il verde si ottiene da fosfato di gallio e fosfuro di alluminio-gallio-indio, mentre il blu viene ricreato da selenuro di zinco, nitruro di gallio-indio e carburo di silicio come substrato.

Quali sono le parti che formano il LED?

Per capire come funziona il LED bisogna analizzare anche i diversi componenti che lo compongono. Tra di essi ci sono:

Anodo e catodo: anche se ne abbiamo già parlato in precedenza, dobbiamo ricordare che essi sono i due pin di collegamento. Mentre l’anodo funge da polo positivo, il catodo funge da polo negativo.

Cupola riflettente: si trova sopra il telaio (formato a sua volta da un’incudine e una piastrina) e, come suggerisce il nome, è la parte responsabile di riflettere la luce del colore emesso dal semiconduttore.

Semiconduttore: i LED, a seconda della loro tipologia, avranno uno o tre cristalli semiconduttori, in base alla loro capacità di emettere un singolo colore o una combinazione in RGB.

Filo conduttore: attraverso questo filo conduttore la corrente viene trasmessa al semiconduttore al suo interno, il quale convertirà questa energia in luce.

Capsula: strato trasparente che copre e protegge il resto dei componenti del LED.

Tipi di LED

Adesso che conosci il funzionamento di un LED, vogliamo fornirti ulteriori informazioni, dato che sono state create diverse tipologie di LED, le quali hanno caratteristiche diverse e che possono essere più adatte o meno al nostro display LED, a seconda dell’utilizzo che vogliamo dare a quest’ultimo.

LED DIP

Si tratta del tipo di LED più comune. Sono caratterizzati dalla loro forma cilindrica e da una finitura a forma di cono nella parte superiore che, avendo un singolo cristallo semiconduttore, può produrre un solo colore. Possiede un’ottima resistenZa ambientale e consente dei livelli di luminosità molto elevati. Il colore è molto più affidabile rispetto ad altri tipi di LED, oltre a offrire una migliore definizione. Nei cartelloni pubblicitari a LED, per ottenere il colore si utilizzano tre LED DIP, uno per ciascun colore primario (rosso, verde e blu), uno per ciascun pixel che li compongono.

LED SMD

Se stai cercando dei display LED per negozi e vetrine, essi rappresentano la tua migliore opzione, poiché il LED SMD è molto efficace nelle distanze ravvicinate, in quanto la definizione dell’immagine è molto precisa. Esso è composto da tre anodi e tre catodi RGB, quindi ogni LED è in grado di riprodurre tutti e tre i colori. I LED SMD hanno una forma rettangolare e sono composti da tre celle con un cristallo semiconduttore ciascuna.

LED anti-vandalismo

Questo tipo di LED ha una forma molto simile a quella del LED DIP. Tuttavia, possiedono alcune caratteristiche differenti. Difatti, esso è costituito da anodi e semiconduttori RGB, quindi si può avere l’intero spettro di colori in un singolo LED. Un’altra grande differenza è l’incapsulamento, realizzato con una speciale resina ad alta resistenza. Ciò gli consente di durare più a lungo rispetto agli altri due tipi, poiché è molto più protetto dal vandalismo. Per questo motivo, è molto comune vedere questo tipo di diodo su montati su ledwall outdoor.

Ti è tutto chiaro su come funziona il LED? Se desideri fare qualsiasi altra domanda su questo argomento o altri che fanno parte di questo mondo, mettiti in contatto con Visual Led, il nostro team di professionisti risponderà a qualsiasi domanda. D’altra parte, se stai pensando di acquistare un display LED digitale per promuovere la tua azienda, puoi calcolare il suo prezzo, con tutte le funzionalità di cui hai bisogno. Cosa stai aspettando?

Related Posts