10 consigli per allestire la vetrina della tua attività

Si dice che il negozio più antico del mondo si trovi nella città di Tarragona. Il suo nome è Casa Cordoret, un negozio di cera e candele che, come afferma la targa al suo esterno, risale al 1631. Un record che non sarebbe stato possibile senza l’aiuto di uno spazio visivo attraente e una buona presentazione dei prodotti. Anche se non possiamo garantirti che la tua attività duri così a lungo, vogliamo proporti i 10 consigli per allestire le tue vetrine e aiutarti a incrementare le vendite. 

Di seguito, ti spiegheremo cos’è la vetrinistica e quali strategie attuare per distaccarsi dalla concorrenza. Sei pronto/a?

Cosa è la vetrinistica e como può esserti utile?

La vetrinistica è una tecnica di marketing incentrata sulla decorazione delle vetrine. In questo modo, si invogliano i potenziali clienti ad entrare nel negozio, aumentando le possibilità di aumentare le vendite. Tramite questa strategia è possibile sia mostrare i propri prodotti, che comunicare all’esterno una propria filosofia commerciale o stile di vita

Difatti, non bisogna dimenticare che la vetrina è il biglietto da visita dell’attività commerciale e il passante impiega pochissimo tempo a farsi una sua opinione su di essa, come avviene quando ci viene presentato qualcuno. Quindi è importante mantenere un aspetto sempre impeccabile. Ricorda: la prima impressione è quella che conta davvero ed è quella che rimane impressa più a lungo. 

Inoltre, l’importanza dell’allestimento delle vetrine è cresciuta sempre di più, grazie anche all’avvento e al successo delle nuove tecnologie ( o ICT). Infatti, con la diffusione dei negozi online, sempre più consumatori si recano nei negozi fisici per vedere i prodotti che gli interessano prima di acquistarli online, un fenomeno che è conosciuto come showrooming. Quest’ultimo convive con un altro fenomeno che ne è l’esatto contrario, il webrooming, che consiste nell’acquisto di articoli in negozi fisici che sono stati visti precedentemente online. 

Tutto ciò dimostra quanto sia importante avere sempre un’ottima conoscenza del prodotto e delle possibili necessità del target o dell’azienda di riferimento, oltre a dover curare l’aspetto delle proprie vetrine. Di seguito ti proponiamo alcuni suggerimenti per arredare le tue vetrine che ti permetteranno di aumentare le vendite. 

I segreti di una buona vetrinistica

Ovviamente, non esistono delle formule che garantiscono un successo certo. Difatti, quest’ultimo dipende da altri fattori, come: la posizione (le possibilità di attrarre nuovi clienti sono maggiori se ci si trova in una strada molto trafficata), il tipo di prodotto offerto, il prezzo, ecc. Ciò nonostante, una vetrina allestita correttamente può trasformarsi in un fattore vincente. Scopri come raggiungere questo obiettivo. 

  • Originalità. Un recente studio di Seriosusly Social sottolinea che l’80% dei marketer considera l’originalità come il fattore più importante nella progettazione e nel lancio di una campagna efficace. Tutto ciò riguarda anche la vetrina. Pertanto, rompi gli schemi e cerca di offrire qualcosa di rischioso, con il quale otterrai molta visibilità. Ad esempio, è possibile inserire oggetti inaspettati o vintage vicino a quelli in vendita. Ti assicuriamo che questa strategia è un successo assicurato. 
  • Non affidarti a vetrine troppo arredate. Fai attenzione con l’horror vacui: uno spazio sovraccaricato di oggetti non aiuta nelle vendite. L’obiettivo non è quello di mostrare l’intera offerta commerciale del negozio, in quanto essa può provocare un effetto controproducente. Difatti, i passanti non le presteranno attenzione in quanto la presenza di articoli nello stesso spazio sarà troppo elevata. Il segreto? Posizionarne pochi all’interno della vetrina, ma sceglierli con cura. 
  • Concetrati sulle necessità del consumatore. Nessuno conosce meglio di te il tuo target obiettivo. Anche se dare risalto ai prodotti più costosi può rappresentare un’opportunità allettante, bisogna dare più importanza a quelli con maggiore possibilità di vendita. Come ben sai, le richieste dei consumatori sono in continuo cambiamento. Prova ad interagire con loro ogni volta che ne hai l’opportunità, crea e gestisci una community di follower sui social network per conoscere i loro gusti e le loro preferenze.
  • Combina i prodotti in base ai concetti. Nel commercio al dettaglio risulta fondamentale essere ordinati. Quando posizioni i tuoi articoli nella vetrina, fallo seguendo un criterio: funzione, colore, dimensione, forma… In questo modo i passanti potranno focalizzare la propria attenzione su ciò che è più di loro interesse. 
  • Presta attenzione all’aspetto visuale: posiziona gli oggetti in maniera strategica. Quando si distribuiscono gli oggetti nella vetrina del negozio, è necesario far riferimento alla linea visiva: non bisogna dimenticare che quelli posizionati all’altezza degli occhi acquistano maggiore importanza. Mentre quei prodotti che hanno un’importanza commerciale secondaria possono essere posizionati all’altezza delle mani. A loro volta, quegli articoli che hanno una funzione meramente decorativa possono essere posizionati all’altezza dei piedi. Se possibile, non posizionare troppi oggetti nella parte alta della vetrina, dato che quasi nessuno tende a guardare verso l’alto quando si trova di fronte a essa. Per quel che riguarda le novità, consigliamo di situarle in prima fila. 
  • Sfrutta la cosidetta “psicologia del colore”. Se gestisci una piccola attività, di sicuro hai già sentito parlare di come i colori sono in grado di influenzare la psicologia dei clienti e come possono predisporli all’acquisto finale. Vieni a scoprire le proprietà dei colori e in che modo può risultarti utile giocare con le varie tonalita. Tutto ciò senza dimenticare che una buona combinazione di colori può rendere la tua vetrina molto più attraente. Ad esempio, le combinazioni di rosso, bianco e nero sono quelle che funzionano meglio. Inoltre, l’occhio umano tende a concentrarsi maggiormente su gruppi di colori simili o su quelli formati da colori complementari (ad esempio, rosso e verde o blu e arancione). Provalo!
  • Rinnovarsi sempre. Una delle chiavi del successo del principale gruppo di aziende tessili in Spagna fu un sistema che permetteva loro di cambiare le collezioni di abbigliamento ogni 15 giorni, mentre i competitor impiegavano fino a 6 mesi per rinnovarle. Pertanto, diventa fondamentale riuscire a riorganizzare con continuità la vetrina del tuo negozio, senza aspettare la fine delle stagioni. Inoltre, se lanci una promozione, è importante che abbia una durata limitata, per incentivare all’acquisto. Si tratta senza dubbio di una delle strategie più efficaci per la decorazione delle vetrine. 
  • Aiutati con lo storytelling. Lascia andare la tua immaginazione e permetti al potenziale cliente di farne parte e completarla. Ad esempio, è possibile posizionare vari prodotti per comunicare un determinato processo e lasciare uno spazio vuoto con una call-to-action (o invito all’azione) diretta al consumatore, affinché sia invogliato ad entrare nel negozio per trovare l’oggetto mancante. Diversi studi dimostrano che la presenza di una trama aiuta a trasmettere un messaggio in modo efficace.
  • Aumenta la visibilità del negozio con le insegne LED. Le insegne luminose sono fondamentali per catturare l’attenzione dei passanti. Inoltre, possono svolgere un ruolo che va oltre quello convenzionale, poiché, oltre al nome del negozio, possono essere utilizzate anche per offrire informazioni su sconti, promozioni, offerte, eventi, informazioni di interesse… Tutto ciò senza dimenticare che daranno un aspetto molto più moderno alla tua attività. Per garantirti la loro massima durata, Visual Led produce dei prodotti che possono resistere ai vari agenti atmosferici. Cosa aspetti a scoprire tutti i vantaggi delle insegne luminose?
  • Installa schermi LED all’interno delle vetrine. Oltre all’illuminazione, è importante che i display situati nelle vetrine dei negozi offrano la luminosità e la risoluzione appropriata, fornendo una qualità dell’immagine ottimale anche in condizioni di luce solare diretta. Solo i ledwall indoor possono garantire un risultato ottimale, a differenza dei televisori convenzionali. D’altra parte, rappresentano una risorsa ideale per dare visibilità ai prodotti di piccoli dimensioni o per mostrare l’utilità degli articoli in vendita. Inoltre, non si deve trascurare che le immagini in movimento attirano molto di più l’attenzione di quelle statiche. Vieni a scoprirlo con gli schermi LED per negozi e vetrine.

I nostri consigli sulla vetrinistica terminano qui. In ogni caso, se possiedi una piccola impresa, è possibile che tu conosca altri modi per sorprendere i consumatori. In tal caso, non esitare a inviarci i tuoi suggerimenti. Saremo felici di leggerti! Mettiti in contatto con noi in caso tu abbia domande a proposito di questo articolo o sul funzionamento degli schermi LED. Il nostro team ti guiderà e ti fornirà le chiavi necessarie per incrementare il tuo business. Ti aspettiamo!

Related Posts